GORGONZOLA e BARITE – Parco Minerario di Cortabbio – Primaluna 2018-08-18T22:29:35+00:00

G O R G O N Z O L A   E   . . . B A R I T E

SAB 25 e DOM 26 AGOSTO  –  DOM 9 SETTEMBRE

PARCO MINERARIO DI CORTABBIO – Primaluna

GORGONZOLA e BARITE uno storico gemellaggio
Visite guidate con degustazione in miniera! 

L’imbocco della miniera è a quota 552 m s.l.m., in una zona  raggiunta da una comoda strada comunale transitabile.
Lungo il percorso di circa 2 km, si incrocia il bianco filone mineralizzato di Barite e si raggiunge la maestosa caverna da dove si è estratto il minerale negli ultimi 30 anni.
Sarà interessante scoprire anche gli inattesi collegamenti tra… barite e gorgonzola.

Tra racconti sul mondo minerario valsassinese e curiosi aneddoti, si potrà degustare un ottimo Gorgonzola DOP all’interno della miniera offerto dal Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola DOP.

In ciascuna delle date in calendario sono previsti 3 appuntamenti, con inizio visita alle:
h.10.30  –  h.14.30  –  h.16.00

COSTO PROMOZIONALE € 6,50 a persona per tutti i partecipanti dai 6 anni in su
INGRESSO GRATUITO per bambini da 3 a 5 anni

NOTE INFORMATIVE:
La miniera è accessibile a tutti gli aventi capacità motoria autonoma dai 3 anni compiuti in su, indossando scarponcini e giacca a vento.
La visita ha una DURATA di circa 1 ore e 40 minuti.
Esclusivamente su prenotazione al numero 3389609824, anche sms e whatsapp.

Consorzio per la Tutela del Formaggio  GORGONZOLA D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta)

vai al sito >>>

Il gorgonzola è un formaggio assai antico, alcuni affermano che il gorgonzola sarebbe stato fatto per la prima volta, nella località omonima alle porte di Milano, nell’anno di grazia 879.
Secondo altri la nascita ebbe luogo a Pasturo nella Valsassina, grande centro caseario da secoli, grazie alla presenza di quelle ottime grotte naturali la cui temperatura media è costante tra i 6°C ed i 12°C e consente, pertanto, la perfetta riuscita del gorgonzola, così come di vari altri formaggi.

Il formaggio gorgonzola, riconosciuto dall’ Unione Europea e registrato nella lista dei prodotti d.o.p. il 12/06/96 con Reg. Ce n° 1107, per beneficiare di tale denominazione, deve sottostare ai requisiti di conformità richiamati dal disciplinare di produzione.

L’ente designato ed autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per il controllo di tali requisiti è il CSQA Certificazioni di Thiene; unicamente al formaggio idoneo viene rilasciato il certificato di conformità che permette la commercializzazione del prodotto a denominazione di origine protetta “gorgonzola”.

Delegato dallo Stato italiano e sotto la sua supervisione, è stato creato nel 1970 il Consorzio per la tutela del formaggio gorgonzola che, con propri funzionari vigila per il pieno rispetto e l’applicazione delle norme vigenti in Italia ed all’estero dove la denominazione di origine “gorgonzola” è protetta.

Solo due regioni italiane, per legge e tradizione, prevedono la produzione del formaggio gorgonzola e solamente queste province: Novara, Vercelli, Cuneo, Biella, Verbano Cusio Ossola e il territorio di Casale Monferrato per il Piemonte e Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Monza, Pavia e Varese per la Lombardia.

Sono circa 3.000 le aziende agricole dislocate nel territorio consortile, che forniscono il latte destinato alla caseificazione. La produzione totale annua attuale supera i 4,7 milioni di forme, pari a circa 560.000 quintali di formaggio.

GUARDA IL VIDEO DELLE MINIERE DI CORTABBIO